MENU

Il declino inesorabile di eBay – di quanto fa schifo

Un’azienda deve essere in grado di stare al passo con i tempi e in quest’epoca di cambiamenti repentini non c’è via di scampo. Rimanere indietro è un problema. Quando nel 2001 studiavo informatica mi presentarono eBay come sito da cui prendere spunto (oltre direi che per l’idea di business) per l’usabilità. Adesso il sito è disordinato, disorganizzato poco fruibile. Esiste un sito per ogni dominio e ogni nazione, con regole e caratteristiche diverse e questo è andato fuori controllo.  Per questo fare acquisti è spesso un disagio e sopratutto lo è con le transazioni internazionali che hanno sempre un inghippo di qualche genere. 
Esempio, ho acquistato dalla bulgaria. Il venditore accettava evidentemente offerte dall’Italia, quando cerco di pagare leggo che il mittente non spedisce in Italia (ma certo che spedisce, ci siamo scritti) devo chiedergli il totale per la spedizione, clicco il bottone e la pagina successiava mi dice che non posso chiedere il totale della spedizione per questo oggetto. Che dire… se non potevo comprare mi sta anche bene, ma allora bloccami prima. Adesso mi tocca perdere tempo con l’assistenza telefonica dove spesso si capisce che chi sta dall’altra parte non sa che pesci pigliare, perchè questo è un problema del sito… e chi sta all’assistenza non si occupa di queste cose. 

16 Visualizzazioni totali 1 Visualizzazioni odierne

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *