Navigation Menu+

Futuro e lavoro

Scritto di 4 novembre 2016 da

Se la logica di base dell’economia rimane tale (capitalismo/liberalismo), con l’ovvio aumento dell’automazione del lavoro si andrà verso il collasso economico. Finiremo con pochi ricchi ricchissimi e tanti poveri poverissimi. Ma dove ci sono tanti poveri, non c’è potere d’acquisto e dove non c’è potere d’acquisto i ricchi non si arrichiscono più. Non funziona, in parte stiamo vivendo questo fenomeno già ora.
La chiave possibile, l’unica che io abbia intravisto, è che cambi la coscienza comune e che gli aspiranti ricchi inizino a creare ricchezza anche dentro se stessi e ad apprezzare l’umanita e il pianeta.
In un mondo in cui il lavoro è meccanizzato e le macchine si costruiscono da sole, così come le stampanti 3D sono già in grado di stampare un loro duplicato, c’è posto per il benessere di tutti fino alla mancanza dello spazio e delle risorse naturali per sovrannumero di abitanti sul pianeta, quello sarà il momento in cui bisognerà cercare risorse un po’ più in la, Marte è la meta attualmente più papabile e ci sono già anche piani d’azione per renderlo vivibile. Alternativamente come succede nelle società più progredite molti adulti preferiscono fare 1 figlio o a volte nessun figlio. Questo implica una descrescita naturale e quindo la possibilità (se l’ambiente non sia già eccessivamente compromesso) di rimanere sulla terra.
Oggi mi andava di condividere questo pensiero.

2 Visualizzazioni totali 1 Visualizzazioni odierne
ta6u9z3

Qualcosa da dire

Ho scritto delle idiozie? Ho commesso un errore di ortografia? Ti ho offeso, o ho pubblicato qualcosa che non vorresti? Hai qualcosa da aggiungere?
Scrivimi :)


*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi